L'ENERGIA REIKI

REIKI È UN'ENERGIA DI CONSAPEVOLEZZA, LA SUA NATURA È PURA LUCE

TRATTAMENTI

Per il riequilibrio energetico

I trattamenti Reiki per il riequilibrio energetico si suddividono in:
- autotrattamento, attuato su se stessi;
- trattamento, che compie un operatore Reiki su un’altra persona;
- trattamento a distanza, usando il 3° simbolo si rafforza il potere dell’energia Reiki di raggiungere persone lontane.


TRATTAMENTO

Sebbene agli inizi il trattamento Reiki fosse praticato da seduti, oggi si preferisce far distendere la persona che lo riceverà su uTn lettino da massaggi o, in alternativa, su un tavolo abbastanza ampio (sul quale verranno posti materassini o trapunte).
In questo modo il trattamento Reiki risulta molto più comodo sia per chi lo riceve che per chi lo effettua potrà stare in piedi e muoversi liberamente oppure sedersi spostando via via la sedia).

POSIZIONE 1: VOLTO
Chi esegue l'applicazione inizia appoggiando delicatamente le mani sul viso della persona che riceve l'Energia Reiki.

POSIZIONE 2: GUANCE
Dopo qualche minuto, si portano i palmi delle mani sulle guance.

POSIZIONE 3: NUCA
Alzando leggermente la testa del ricevente, si posano le mani sotto la testa, a contatto con la nuca.

POSIZIONE 4: GOLA
Le alternative sono due, si sceglie quella più idonea al praticante.

POSIZIONE 5: CUORE
Si procede poi movendosi dalla testa verso la parte bassa del corpo.

POSIZIONE 6: PLESSO SOLARE
Porre le mani proprio dove si trova il diaframma, sulla bocca dello stomaco.

POSIZIONE 7: TANDEN
Sotto l'ombelico.

POSIZIONE 8: GENITALI
Quando si esegue una seduta di Reiki su altre persone, ci sono vari modi per trasmettere Energia Reiki senza toccare le parti intime: collocando le mani ai lati oppure tenendole sollevate di qualche centimetro.

POSIZIONE 9: SPALLE
Se la persona si è addormentata, si possono infilare dolcemente le mani sotto le sue spalle senza disturbarla.
Altrimenti le si chiede di girarsi a pancia in giù, prono, e si mettono le mani sulle sue spalle.

POSIZIONE 10: SCAPOLE
Porre le mani in mezzo alle scapole.

POSIZIONE 11: RENI
I reni sono molto importanti. Si appoggiano le mani tra l'ultima costola e le anche.

POSIZIONE 12: GLUTEI
Anche qui, per rispetto verso la persona, si pongono le mani sui lati, coi palmi sui fianchi, oppure si tengono sollevate.

Quando la persona è rilassata, i benefici del Reiki risultano ancora più evidenti. Ricordarsi però che non tutti si rilassano allo stesso modo, dipende dalla persona e dallo stato d'animo: alcuni si rilassano di più chiudendo gli occhi e ricevendo Reiki in ambiente silenzioso, altri chiacchierando animatamente con il praticante ed altri ancora ascoltando musica.

VIVERE REIKI

Storia del Reiki, Diventare Operatore Reiki, Il Master, Il Reiki in Associazione

Vuoi conoscere e visitare la nostra sede?